Soldi spesi bene.

8 May 2010, sezione Linux, Windows

Leggo su Pollycoke questa notizia. Inutile che vi ripeta quello che è già scritto nell’articolo, fatto sta che ho deciso di fare il mio acquisto, 20$ (ripensandoci avrei potuto dare qualcosa in più) per 5 giochi disponibili per tutte le piattaforme e (abbastanza liberamente) installabili su diverse macchine. Conosco World of Goo e voglio presentarvelo, per gli altri rimando a qualche giorno.

World of Goo


World of goo (demo qui) è un gioco uscito anche per console, una specie di locoroco…o se volete di lemmings. Ne avevo scaricato la versione ehm…”gratuita”; l’ho giocato e finito ripromettendomi che prima o poi l’avrei pagato e sono contento di averne avuta l’occasione. L’obbiettivo del gioco è far arrivare i nostri Goo fino al tubo che porta al livello successivo, per fare ciò dovremo costruire strutture usando come mattoni gli stessi Goo. La storia si sviluppa attraverso 5 mondi pieni di livelli disegnati con uno stile molto originale, la grafica non si fa mancare niente ed è davvero leggera in termini di risorse. Insomma da provare.

AGGIORNAMENTO

Stasera una mail mi ha avvisato che i giochi del Bundle sono diventati ben 6! La casa Amanita Design si è unito al bundle con Samorost2, e ovviamente il nuovo gioco è disponibile per tutti quelli che hanno acquistato il bundle precedentemente. Bella e gradita notizia.

Tags:  

  • http://www.heterogenius.it StickGrinder

    Mi spiace di andare leggermente OT ma non videogioco da anni immemorabili (anche se mi piacerebbe tornare a qualche splendida AG, nonchè realizzarne una). Riguardo ai soldi spesi bene invece, mi fa piacere informarti che ho comprato GP6 per Linux, dopo essere riuscito ad installarlo sulla nuova Lucid, grazie al tuo post.

    Costa quanto un pieno di gasolio e per una volta ho premiato un’azienda che (pur con un prodotto closed) ha deciso di investire nel pinguino! :)

    A presto e grazie! ;)

  • GinLemon

    Ottimo acquisto :) sto pensando di farlo anch’io…

    Ho sentito che anche Maya è sbarcato su linux.
    Che le aziende si siano accorte che conviene sviluppare per linux?
    Speriamo.

  • http://www.heterogenius.it StickGrinder

    Speriamo si… anche se certamente la cosa potrebbe avere risvolti catastrofici. Linux è ancora borderline tra il mercato e la comunità e questa è la sua forza. Certamente sarebbe bello vedere un’apertura ma l’approdo di aziende senza scrupoli e/o dalla morale “distratta” non sarebbe un evento felice. GP6 è una bella notizia per noi musicisti: è comodo, è sempre migliore e riempie un’area dove Linux è ancora povero di prodotti di alta qualità… uno sprone a chi magari volesse produrre qualcosa di simile ma libero.

    Se domani però arrivasse Adobe con tutta la sua CS5 e mantenendo una filosofia di mercato a colpi di portafogli per comprarsi la concorrenza, rischieremmo di veder sparire quegli splendidi prodotti open/free che oggi stanno cominciando davvero a camminare. E questo non tanto per colpa di Adobe di per se, ma di tutta quella manfrina di persone che il software se lo scaricano invece che comprarselo (come avrei potuto fare io per GP6, d’altronde). Nel mondo MS, inutile nascondersi, questa E’ la norma.

    Un plauso ad Arobas per il porting ma dall’altra parte, un minimo di attenzione a non rendere Linux una nuova stalla per altri anni di reciproca mungitura.
    W il software libero!