Portarsi a spasso linux non ha prezzo

12 February 2010, sezione Linux

Spesso viaggio in treno con grosse valigie e ho la necessità di portarmi il PC perché si, ho degli altri PC giù a Manfredonia ma il mio è il mio, ho una configurazione che ho ricavato in ore e ore di modifiche e non mi va di cambiare tutto ogni volta che cambio PC.

La soluzione? Mi porto appresso solo l’harddisk da 2,5 pollici :)
Basta un box USB esterno (si trovano a 5€) e un pc che supporta il boot da usb1 . Nella maggior parte dei casi Linux partirà magicamente su una macchina diversa dal solito senza dover fare ulteriori modifiche. Windows no, nemmeno se vi mettete a piangere2.

Ci sono tuttavia un paio di problemi in cui potreste incorrere e riguardano incompatibilità hardware:

– Scheda video: ovviamente i driver nvidia non funzionano su ati e viceversa, cercando di sostituirli potreste creare pasticci notevoli, quindi pensateci due volte prima di farlo.

– Architettura: non riuscirete mai a fare partire la vostra installazione a 64 bit su un pc a 32.+

– Il wallpaper: se passate da un 16:9 ad un 4:3 vedrete apparire i bordi ai lati dell desktop! tragico…

Per il resto io non ho avuto nessun problema. Provatelo, è una soddisfazione unica vedere il vostro Desktop apparire su un’altra macchina…

  1. in caso il PC non supporti questa modalità esisto dei workarround []
  2. mi permettiate una citazione del prof Tinaglia []