Onda anomala a Manfredonia. Si salvi chi può.

29 March 2010, sezione Vita

Beeeeeeee

Davvero assurdo. Manfredonia, città in provincia di Foggia collocata sull’omonimo golfo sull’adriatico1, verso le 18 si diffonde la voce dell’avvistamento di “un’onda anomala” panico in città, gente che fugge sulle montagne, pescherecci che rientrano, notizie di piazze e ville già allagate.

Ma dico io, come cazzo si fa a credere alla notizia di uno tsunami nel mare adriatico?? Da cosa sarebbe stato originato poi, da un meteorite cosi grande che nessuno ha notato?? da un terremoto cosi potente che nessuno ha sentito?? No ecco, il terremoto c’è stato ad Ancona anche se nessuno ha sentito nulla e anche se nemmeno il Corriere della sera ha dato la notizia dopo circa 2-3 ore dall’allarme, eh si, perché dopo 2 o 3 la gente aveva ancora paura…aspettava ancora l’onda.

Ed ecco, ad un certo punto il panico diminuisce, avranno capito tutti che si tratta di una bufala? Ma no…si sono convinti che l’onda ha “deviato” verso Bari!

Fermatevi a pensare, non fate le pecore…

Riporto una divertente testimonianza scritta in un dialetto del tutto sgrammaticato (credo fatto volutamente forse con intento sarcastico) :

madonn ie venuto a casa mose cka mi a deto ascinn subbt e vatenna alamundanie staie arivando lo sunammi e cki e lo summani iess mi a deto cke e come i maremorto cke acomogia tuto mackine cristiani ebbestie ma io addica vaco con il trerote cke quella pisckona di mugghierima lo fa an dare sotosfrso cke nemmango la salita dela croce ce la facio a salire o ckiamato mio nipotte e mi a deto cke era uno sckerso no zo se ucidervi a cki a uscito sta cosa bruta cke mi a fato sckandare perckie tengo angora le reti calate a lo sciale fetendi disgraziatti io spero cke il nuovp s9ndaco cke uscira farasse pagare alo stubbito fesso cke a fato lo sckerso e lo metese la fotografiA sopra a menfredonia pundo nett dusgraziet fitente

Con relativa (e necessaria) traduzione:

E’ venuto a casa Mosè che mi ha detto di scendere subito, prendere la macchina e rifugiarmi sulle montagne perchè stava arrivando uno tzunami. Io gli ho chiesto di spiegarmi cosa fosse uno “summani”, lui mi ha detto che era un terremoto violentissimo che travolge tutto, automobili, persone e bestie. Ma dove potevo andare io con l’ape car che con il peso di mia moglie non riusciva nemmeno a fare la salita della croce2?  Successivamente ho chiamato mio nipote che mi ha detto che era uno scherzo. Vorrei mettere le mani addosso a chi ha diffuso questa brutta notizia che mi ha alquanto turbato, perchè ho ancora le reti calate allo sciale3. Spero che il nuovo sindaco riesca a fargliela pagare all’irresponsabile artefice di questo scherzo e mi auguro che pubblichi la foto del disgraziato su manfredonia.net4.

  1. tra l’altro protetta da 3 lati su 4 essendo un golfo []
  2. nota salita di Manfredonia []
  3. forse si riferisce allo Sciale degli Zingari una zona delle vicinanze, anche se il senso di questa frase non mi è del tutto chiaro []
  4. sito da cui ho estratto questo messaggio []

  • http://www.manfredoniaclick.altervista.org Matteo

    ahahahaha l’ho letto anche io quel commento su manfredonia.net! comunque qui sono una massa di creduloni, anche se è stato detto che la voce in giro è stata messa da un pescatore che ha scambiato un grosso nuvolone nero con l’onda anomala!ma che cazz si fuma questo??ahahhaah!

  • http://www.parlamanfredoniano.com tonino1939

    Scusate: Sono Antonio Racioppa, il curatore del sito:
    http://www.parlamanfredoniano.com

    Siccome lo sfogo del lettore ZURLO55, umoristico e sarcastico, è troooooppo bello, mi sono permesso di trascriverlo secondo l’ortografia usata nel suddetto sito.
    Non voglio fare il professore, ma mi sembra di più facile lettura.
    Grazie per l’ospitalità in questo blog.

    ————
    Madònne! Jì venüte a chése Mosè e m’ho dìtte: -Ascìnne sóbbete e vattìnne alla mundàgne: sté arrevànne ‘u sunammi!
    -E ch’jì lu sunàmmi?
    Jìsse m’ho dìtte ca jì accüme ‘u maremöte che acchemmògghje tótte, màchene, crestjéne e bèstje.

    Ma jüje addjì ca véche p’u tre-röte e pe quèdda pešköne de megghjèreme, ca lu fé jìsotto sfòrze cA Mànghe ‘a salüte de la Cröce ce la fàzze a ‘nghjané. Agghje chjaméte a nepòteme e m’ho dìtta ca jöve ‘nu schèrze.

    Nen zàcce se accedìrve a chìjì ca ò caccéte ‘sta cösa brótte ca m’ò fatte škandé, pecchè tènghe angöre ‘i rüte caléte au Scéle.

    Fetjinde e desgrazzjéte voghhje speré ca ‘u Sineche nuve ca uà’ssì facèsse pajé au stóbbete fèsse cha ò fàtte ‘u schèrze, e lu mettèsse ‘a fotografüje söpe a mambnfredònje-pundo-nètte.

    Desgrazzjéte e fetjinde!
    ———
    Io avrei aggiunto un paio di “ghjachivemmùrte….”
    :-)

  • http://www.manfredoniaclick.altervista.org Matteo

    Ciao Tonino, davvero forte il sito, avete avuto un idea particolare ;)

  • GinLemon

    Ciao Antonio, conosco parlamanfredoniano.com è un cult tra noi studenti fuori sede :)

    Cosi rende molto di più xD
    Ti ringrazio per il contributo.

  • Giaci

    Ha deviato?! XD oh che l’adriatico è quello che è! :D