Chuck Palahniuk

15 May 2010, sezione Android, Vita

Ho sempre trovato i libri roba oltremodo noiosa, preferisco decisamente il cinema. Non credo nel “piacere della lettura”, difficilmente un libro mi prende, cerco di sforzarmi ma l’idea di spendere giorni interi a leggere qualcosa che molto probabilmente alla fine non mi piacerà e non mi lascerà con nulla di nuovo addosso mi fa desistere dal continuare oltre le prime 3 righe.

Descrizioni tanto minuziose quanto inutili, decine e decine di pagine per cercare di caratterizzare il solito personaggio stereotipato, poi arrivi alla fine e ti chiedi se tutto il libro non si sarebbe benissimo potuto riassumere in una sola frase. Quanto odio queste cose!!!

Tutto questo invece non accade quando leggo Chuck Palahniuk, luno dei pochi scrittori che riesca a sopportare; qualcuno di voi magari lo ricorderà per essere stato l’autore di Fight Club, romanzo da cui fu tratto l’omonimo incredibile film di David Fincher con Brad Pitt e Edward Norton del 1999.

Le prime righe di Fight Club:

Tyler mi trova un posto da cameriere, dopodiché c’è Tyler che mi caccia una pistola in bocca e mi dice che il primo passo per la vita eterna è che devi morire.

Uno stile minimalista, fulminante e decisamente politicamente scorretto. Storie fatte di situazioni deliranti a volte anche raccapriccianti che rivelano i paradossi che fanno parte dell’esistenza umana che non danno risposte ma preferiscono distruggere quello che crediamo di sapere. E poi ovviamente qualche curiosità messa li tra le righe a spiegare come si fa il napalm, come si rimuovono le macchie di sangue, come funzionano i messaggi subliminali, come occultare fori di proiettili lasciati nel muro…

Uno stralcio di Cavie:

“Facciamo sempre così, dice il signor Whittier. Ed è per questo che i figli
dei nostri figli dei nostri figli dei nostri figli avranno sempre guerre, fame e
malattie. Perché noi amiamo il nostro dolore. I nostri drammi. Ma non lo
ammetteremo mai. Mai.”
“l’unica scusa di dio è di non esistere”

Ho comprato Cavie ieri mattina, la partenza è una bomba speriamo il resto non sia da meno…

Piccolo inciso per High-tech man

Se siete troppo pigri per andare a cercare e a comprare un libro potete usare il vostro cell come eBook reader, basta cercare in google il nome del libro accompagnato dalla parola chiave “ebook ita” e troverete decine di risultati puntanti a PDF, documenti .doc o testo semplice .txt;

Scaricato quello che ci interessa caricatelo sul cell e se il vostro dispositivo ha un text viewer integrato non dovreste aver difficoltà a leggere il file. Altrimenti potete installarci software appositi come questo per avere qualche funzione in più.

Ovviamente non è come leggere un libro di carta, ma è comodo magari solo per averne un’anteprima; e ricordate che scaricare ebook senza avere l’originale è illegale, quindi se il libro vi piace compratelo.