Come progetterei io uno smartphone

2 December 2011, in Android

Uno degli aspetti in cui secondo me IPhone è superiore agli attuali smartphone Android è la qualità della progettazione del telefono stesso. Centinaia di design diversi, tanti contraddistinti da dettagli lasciati al caso, materiali scadenti e pulsanti in posizioni semplicemente sbagliate. Ma piuttosto che elencarvi tutte queste bruttezze preferisco dirvi io come un cellulare, secondo me, andrebbe disegnato.

Lo chassis
La forma la farei semplice, cosa sono questi telefoni con un profilo che sembra il simbolo della Nike? cosa sono questi rigonfiamenti in corrispondenza di fotocamera e batteria? un blocco metallico sottile e rettangolare è un buon punto di partenza.
I lati dovrebbero essere piatti in modo che sia possibile lasciare il telefono appoggiato su un lato mentre ci si mette in posa per una foto con l’autoscatto.
Le dimensioni non dovrebbero superare quelle di un IPhone (che trovo già abbondanti).

Lo schermo
Non è importante che sia l’ultima tecnologia sul mercato, l’importante è che abbia una buona risoluzione (240dpi dovrebbero bastare) e colori fedeli. Cosa ci vantiamo di neri profondi se poi il bianco appare celestino?
Il bordo dovrebbe essere quanto più sottile e non dovrebbe essere visibile in modo che non si distingua la fine dello schermo (vedi Nokia Lumia 800 o Acer Liquid) è un effetto che da un look molto moderno e che neanche la Apple ha ancora adottato.

I pulsanti
Home-indietro-menu. Indietro-home-menu. Menu-indietro-home. Non è importante basta che si arrivi prima o poi ad un accordo, non è possibile che ogni terminale abbia una disposizione diversa. In alternativa diamoci ai tasti software (visualizzati direttamente sullo schermo come nel Galaxy Nexus) e risolviamo la questione una volta per tutte. Molti si ostinano ancora a mettere il tasto cerca, ma chi l’ha mai utilizzato?
Il tasto spegnimento/accensioneDisplay dovrebbe essere localizzato nella parte superiore del telefono, come fa la Nokia da tanti anni in modo che non si prema per sbaglio tenendolo in tasca.

Connettore USB
Il connettore dovrebbe essere di tipo mini-b, semplicemente perché è più diffuso ed è più facile ritrovarsene qualche cavo a casa.

Scheda microSD
Poterla inserire e disinserire senza staccare la batteria è sempre una bella comodità.

Modalità di Root
Credo sia giusto fornire i telefoni con la modalità root bloccata, ma la possibilità di sbloccarla dovrebbe essere data come un opzione direttamente nelle impostazioni e non tramite exploit e workaround vari.

Qualità musica (con le cuffie)
E’ un punto dolente di molti telefoni Android. Per me uno smartphone è  lettoremultimedialepiùcomputerpiùcellulare e non posso pensare che i bassi siano cosi poveri, che il volume sia cosi basso e che a volte la musica salti. La qualità audio è importante, capito?

Pochi modelli
Prendiamo l’Acer. In 2 anni ha prodotto Acer Liquid A100, Acer Liquid E, Acer Liquid Ferrari, Acer Liquid Metal, Acer Liquid Mini, Acer Liquid Espresso. Poca e a volte nessuna differenza di potenza tra i processori, fotocamere quasi identiche, estetica leggermente rielaborata (con l’eccezione del Metal). Che senso ha? Sembra fatto solo per svalutare il modello precedente. E stesso discorso vale per Samsung, non so quante versioni siano uscite del Galaxy. Andiamo invece alla Apple che ha distribuito quasi una versione di IPhone all’anno, con il risultato di una svalutazione minima tra i vari modelli e di un miglior concentramento degli sforzi in fase di progettazione. Quindi di modelli facciamone uno all’anno, al massimo due, uno in versione economica e l’altro top di gamma.

Sistema Operativo
Android, ovvio no? Microsoft non ha mai prodotto nulla di veramente user-friendly, pensate al tanto pubblicizzato a suo tempo Media Center o agli stessi telefoni Windows Mobile fino a 6.5. IOS + esclusiva Apple ed un telefono con sistema operativo proprietario oramai mi sembra davvero una roba giurassica (dico a voi NGM!). E non spendiamo una lira in applicazioni personalizzate, tanto verranno subito disinstallate, meglio fornire qualche installato qualche software di qualità (PowerAmp, LauncherPro, Go Launcher, ecc…)

Questo è il mio punto di vista, il punto di vista di un utente finale. Sarebbe magnifico se qualcuno seguisse solo la metà di questi consigli….

Read More 1 Comment

Drum Loops: una semplice drum machine per Android

27 July 2011, in Android, Musica

Drum Loops 2.2

Eccomi con una nuova applicazione per la piattaforma Android.

Questa volta si tratta di una drum machine, o meglio di una raccolta di patterns di batteria riprodotti ciclicamente. Un programma tanto semplice quanto, questa volta concedetemelo, utile. Io stesso utilizzo questo programma ormai tutti i giorni per strimpellare in casa con la mia fedele Squire (la Stratocaster è rimasta a Bologna). I patterns non sono molti ma ne verranno aggiunti altri in seguito, a proposito non essendo un batterista non ho la possibilità di creare nuovi pattern da aggiungere alla raccolta, se ne avete tempo e voglia potete crearne di nuovi con strumenti come ad esempio l’ottimo Hydrogen per Linux.  Sarei più che felice di aggiungere le vostre creazioni alla collezione.

Read More 2 Comments

Nuovo progetto: Clocksaver

20 June 2011, in Android

Fra un esame e l’altro in questi giorni ho perso qualche ora su un nuovo progetto. E’ una specie di screensaver che trasforma il telefono in un elegante soprammobile da 600€. Un orologio da tavolo fa comodo soprattutto se mostra l’ora anche al buio completo, certo avrei fatto prima a comprarmene uno per una decina d’euro ma non mi piaceva l’idea di mettere qualcos’altro sulla mia già disordinatissima scrivania…poi l’occhio mi è caduto sull’Acer Liquid che giaceva freddo affianco alla tastiera del PC col suo bel 3,7″. Insomma ho buttato giù qualche riga di codice e ho implementato qualche funzione che di solito gli orologi da scrivania non hanno ma che fa molto comodo su un telefono.

Ovviamente un obiettivo dell’applicazione è quello di consumare minor energia possibile, per fare ciò l’app imposta automaticamente la luminosità minima e c’è la possibilità di spegnere del tutto la retroilluminazione in modo che si attivi per pochi secondi quando lo schermo viene toccato. Nonostante i miei accorgimenti il consumo si mantiene su un 4% ad ora senza retroilluminazione e un 5,7% con retroilluminazione, un consumo non alto ma comunque evidente, per cui lasciandolo la notte carico, scollegato dall’alimentatore, la mattina la carica scende fino al 60%. Il problema (irrisolvibile) credo sia che lo schermo capacitivo che seppur a retroilluminazione spenta, resta attivo e consuma energia. Non ci dovrebbero essere invece problemi per quanto riguarda l’usura del display, la vita media di un LCD è di circa 50.000 ore, lasciandolo acceso 24/24h durerebbe comunque almeno 5 anni.

L’applicazione è ancora in via di sviluppo ma se vi va di provarla potete trovarla sul market a questo indirizzo:
https://market.android.com/search?q=clocksaver
Nel caso non mancate di inviarmi le vostre impressioni e suggerimenti!

Read More 2 Comments

Faenza per Android (ADW e Launcher Pro)

25 May 2011, in Android

Aggiornamento: Dopo due settimane come previsto ho reso il set gratuito. Ora è disponibile per tutti nell’Android Market :)

Ho rilasciato la mia prima app a pagamento per Android e sorpresa, non è un app. Si tratta di un set di icone per ADW e Launcher Pro prese dal famoso e amato set di icone Faenza :)

L’idea mi è venuta oggi vedendo che nessuno si era ancora occupato di portare questo splendido set su Android. Come tante altre volte, ho deciso di farlo da me ma una volta visto il risultato mi sono chiesto se non fosse il caso di pubblicarlo sull’Android Market. Ho deciso di metterlo a pagamento per provare come funzionano le vendite tramite l’android market, probabilmente più in là lo renderò gratis ma per adesso sono curioso di vedere come va.

Link Qui

Se lo provate ricordare di lasciare un feedback :)

Read More 5 Comments

Android degrada la qualità delle foto?

12 April 2011, in Android

Guardate queste due immagini alla risoluzione originale cliccandoci sopra. Sono due screenshot effettuati con PicMe che mostrano la stessa immagine visualizzata rispettivamente con la galleria di default di Android e con QuickPic.

Galleria di Android

Galleria di Android

La stessa immagine in QuickPicture

Non serve essere esperti fotografi per notare la qualità nettamente più scarsa della prima immagine e se credete che gli screenshot siano in qualche modo falsati provate personalmente. Pare che a partire da Froyo la profondità di colore delle immagini visualizzate nella galleria sia stata ridotta da 24 a 16bit per motivi legati all’introduzione del 3D  e il problema non è limitato solo all’uso stesso della galleria ma interessa anche tutte le operazioni compiute tramite questa, quindi ad esempio le immagini impostate come sfondo tramite la galleria appariranno poco brillanti e mal definite.

Se anche voi credete che un visualizzatore di immagini che non visualizza bene le immagini sia utile quanto un preservativo bucato allora ho qui per voi la soluzione, che è appunto QuickPic, una gallery alternativa con diverse funzioni utili (quale ad esempio quella di nascondere determinate cartelle) e con una velocità e qualità decisamente migliore. QuickPic sostituisce egregiamente in tutte le sue funzioni la gallery classica anche se offre presentazioni meno curate.

Galleria di Android

La stessa immagine in QuickPic

Se avete ancora qualche dubbio ecco un’altro esempio di come la gallery classica distrugge la qualità delle nostre immagini.

Magari per qualcuno sarà una piccolezza, io credo che invece Google dovrebbe fare più attenzione a questi particolari, che guarda un pò, sono gli stessi su cui invece Apple ha costruito la sua fortuna….

Read More Leave a comment

Il suicidio non è una soluzione

11 February 2011, in Android, Windows

Era nell’aria un azione da parte di Nokia per contrastare Apple e Google. Tutti speravamo su MeeGo, un sistema molto promettente in cui Nokia ha investito molto. E invece…

A questo punto mi chiedo cosa ne sarà di Meego. Che direzione prenderanno le Qt e tutti i progetti (leggi Wayland) in cui nokia era la principale sviluppatrice adesso che Linux non è più il principale campo su cui puntare. Non cambierà nulla? lo spero…

Read More 2 Comments

Dividi spesa 1.0

7 February 2011, in Android

Ed ecco qui la mia prima App per Android. L’SDK di Android è straordinario, sono bastate poche ore per fare tutto nonostante fossi un pò a “digiuno” di Java!

Si tratta di un piccolo software che aiuta nel fare i conti per la spesa. Con i miei coinquilini capita spesso di fare la spesa insieme, quando torniamo a casa però dobbiamo separare dalla spesa comune le cose che ognuno ha preso per se. A volte gli scontrini sono chilometrici e allora diventa uno strazio appuntare chi ha preso cosa, dividere , tenere traccia dei centesimi e fare le somme per ogni partecipante. Ho pensato di realizzare una piccola app per semplificare tutto ciò.

Come funziona

Scaricatela da qui, o usate questo qr-code per scaricare e installare l’app sul vostro terminale. Adesso avviatela, andate in impostazioni e cambiate i nomi dei “contribuenti”. Tornati alla schermata principale vi ritroverete davanti ad una tastiera, inserite ad uno ad uno gli importi dei singoli prodotti selezionando volta per volta chi ha comprato quel determinato prodotto. I totali appariranno affianco ai nomi in alto.

Cosa non funziona

Per il momento il numero di partecipanti è bloccato a 4 e non è possibile annullare l’ultimo prodotto aggiunto. Tempo permettendo aggiungerò queste cose più in la.

Read More 1 Comment

Il mio android: bug sincronizzazione facebook

3 February 2011, in Android

Avevo promesso di scrivere un’articolo in cui parlare di tutti i pro del sistema targato Google e invece eccomi qua a girare il coltello nella piaga.

Certo avrei potuto posticipare questo articolo ma preferisco parlarne adesso, prima di tutto perché richiede meno tempo e poi perché sono fresco di incazzatura. Si tratta di un bug che ho appena scoperto a mie spese.

Tra le cose sicuramente buone di Android c’è la sincronizzazione con i vari servizi. E’ qualcosa di meraviglioso, si inserisce nick e pass di facebook e in un’attimo tutti i contatti di face sono stati salvati nella rubrica del telefono con tanto (ovviamente ) di numero di telefono. Bello si, mi ha evitato di dover andare a recuperare alcuni numeri manualmente dal vecchio telefono.

Adesso il problema. Mando un messaggio a Davide ((non ha importanza quale)) per dirgli che gli voglio rendere il libro che mi ha prestato. Non risponde. Lo trovo su facebook qualche ora più tardi e dice che il messaggio non gli è arrivato, lì per lì penso che forse non l’ha letto. Il giorno dopo gli mando un messaggio per dire che nel pomeriggio sarò a casa sua. Aspetto 10 minuti ma non risponde allora lo chiamo, alzo il telefono che fa un beep e mostra la scritta “Chiamata terminata“. Non riesco a chiamarlo in nessun modo, strano perché con gli altri numeri ci riesco. Mando un altro messaggio e li mi arriva:  +404: il suo credito è < 2 euro. Ma come? Ho i messaggi gratis verso vodafone. Poi guardo meglio il numero a cui mandavo i messaggi/chiamavo e mi accorgo che c’è qualcosa di strano. Il numero comincia con 39 347 XXXX XXX. Ecco dov’è l’inghippo.

Android nel sincronizzare i contatti con facebook aggiunge davanti un “39” invece di un “+39”, questo comporta che il prefisso non viene considerato come tale e il numero non è letto nel modo corretto! Quindi succede che in ricezione il numero viene riconosciuto correttamente ma in invio/chiamata non funziona nulla perché il numero risulta non valido. E questo problema compare con tutti i contatti importati da facebook, non credo sia solo un problema di Acer Liquid ma attendo conferme.

Per colpa di questo bug ho perso circa 1.50€ che sono niente confronto agli inconvenienti che mi ha creato. Qui siamo al livello del bug della sveglia di Iphone a capodanno.

Anche se è un’altra storia, non vi dico poi che casino cercare di togliere il prefisso. Il contatto di facebook non è modificabile. Il copia/incolla non funziona all’interno dell’app telefono. Ho dovuto creare un nuovo contatto e assegnargli il numero corretto. Roba da perderci si o no 2 minuti, ma che schifo di sistema è?

Ma come ha detto una volta un tale: sono cose che capitano, prendete la Microsoft, succede tutti i giorni. E allora perdoniamo quest’altro “errore di gioventù” all’androide…sperando che chi di dovere rimedi velocemente a questo inconveniente.

AGGIORNAMENTO

Come mi ha fatto notare evi, il problema a onor del vero è legato all’app Facebook per Android e non ad Android in sé.

Read More 10 Comments

Il mio android: Acer Liquid E

1 February 2011, in Android

Finalmente ho deciso di comprare un Android. L’idea mi era venuta prima di natale ed avevo messo gli occhi su Acer Liquid: stesso processore del desire, 512mb ram, schermo 800×480….insomma una dotazione di tutto rispetto ma soprattutto ad un prezzo decisamente economico, intorno ai 280€.

Dopo quasi un mese speso a cercare l’offerta più conveniente, lo trovo su Pixmania a soli 200€ e lo ordino immediatamente, arriva in 4 giorni e finalmente sono un possessore android. (continua a leggere…)

Read More 8 Comments

Quando si dice “epic fail”…

29 November 2010, in Android

Come mandare in fumo un’intera campagna pubblicitaria…-.-“

Read More 1 Comment